In visione "inclusiva" : Horse Boy- L’amore di un padre

20-04-2014


 

In occasione della Giornata Mondiale dell’Autismo,  ed in tutti i giorni dell’impegno educativo ed inclusivo, esce nelle sale cinematografiche Horse Boy- L’amore di un padre.

Di un padre e di una madre - nel cuore della famiglia  Isaacson- la  scoperta dell'autismo del proprio figlio. Tra problemi di comunicazione  e di integrazione relazionale, in sella ai cavalli , è per il loro bambino la relazione in intimo benessere  con gli animali.

Sa tutto sugli animali ed è questa “fissazione” o centro di interesse a muovere il viaggio  degli Isaacson alla volta  della Mongolia dove lo sciamanesimo è la medicina riconosciuta insieme all’ippoterapia.

Una storia vera quella di Horse Boy  che non sottace la disperazione quanto la risorsa, tutta umana, della ricerca di soluzioni a fronte di diagnosi e verdetti medici.

 

Rispetto alla discussa qualità critica del’impianto cinematografico, vale il racconto scevro da sentimentalismi della verità di Rowan  raccontata da  Rupert Isaacson nel  libro pubblicato nel 2009 e del viaggio della famiglia  dal Texas fino in Mongolia in una relazione di  cura  “diversa” - quanto  la condizione dell’autismo -  e  “speciale” con il mondo naturale e animale.

Nella vita e nella narrazione documentale sarà la dottoressa Temple Grandin, docente di zoologia alla Colorado State University, anch'ella autistica, a confermare che, nella condizione dell’autismo, si riesce  a comunicare più  facilmente con gli animali per la modalità di visione del mondo esterno. Per immagini, piuttosto che per parole, è la comune visione.

Nel movimento ripetitivo o dondolante,come, il cavalcare, è la stimolazione  dell'apprendimento di una persona autistica. Di qui l’eccezionale viaggio, in geniale rivelazione, del padre Rupert, appassionato lui stesso  di cavalli. 

Dal libro al film documentario di Michel Orion Scott, per tutti - in  93 minuti - la visione inclusiva di una storia familiare di coraggio e meraviglia.

 Il trailer originale del film - in Italia dal 2 aprile, su distribuzione di Feltrinelli  Real Cinema.

Informazioni aggiuntive