PRECARI DELLA SCUOLA: IN ARRIVO LA BEFFA, LA UIL SCUOLA BRINDISI PRONTA A DAR BATTAGLIA

27-09-2019

In data 26.09.2019  perveniva sulla mail del nostro sindacato una nota dell’Ufficio Scolastico Provinciale, indirizzata anche e soprattutto ai Dirigenti scolastici. Nella nota si legge che i contratti di supplenza, per il personale ATA precario, devono essere indistintamente conferiti con scadenza 30 giugno. La normativa nazionale prevede invece che se il posto il posto è vacante e disponibile (entro il 31 dicembre) le supplenze devono essere necessariamente conferite con scadenza 31 Agosto. Pertanto la formulazione utilizzata nella nota dell’Ufficio risulta non rispondente alle previsioni normative, oltre che lesiva se utilizzata in maniera indistinta. Si ricorda che i Tribunali hanno già avuto modo di chiarire che, indipendentemente dalla graduatoria dalla quale si attinga, ciò che conta, ai fini dell’individuazione del termine finale del contratto, è la tipologia della supplenza. Pertanto se i posti sono vacanti e disponibili, si procederà alla stipula di contratti al 31 agosto anche quando si nomina da graduatoria di istituto.

 

La Uil scuola non può tacere sul punto e si schiera senza riserve al fianco del personale con contratto a tempo determinato, il quale si trova già a patire gli effetti di un precariato a volte eterno. Abbiamo provveduto ad inviare una diffida all’Ufficio Scolastico ed una nota ai Dirigenti in cui chiariamo la posizione della Uil scuola. L’anno trascorso abbiamo risolto la questione nelle aule del Tribunale di Brindisi, vincendo una partita che non doveva nemmeno cominciare. Sul punto non si arretra di un millimetro: delle due l’una, o l’amministrazione scolastica cambia direzione, oppure la Uil Scuola è pronta ad avviare la vertenza in favore di tutto il personale ATA precario che dovesse risultare danneggiato da questa inspiegabile condotta.

 

                    

 

Informazioni aggiuntive