Indicazioni su stabilizzazione lavoratori LSU e ditte di pulizia

28-02-2020

 

In merito al trasferimento dei lavoratori delle Ditte di pulizia all'organico del Ministero dell'Istruzione, si comunicano le seguenti indicazioni.

 

Come a voi noto la legge di bilancio per l’anno 2019, ha previsto che i servizi di pulizia presso le istituzioni scolastiche non verranno più rese attraverso soggetti esterni( Ditte di pulizia private), prevedendo, con apposita norma, la stabilizzazione del personale addetto a tali mansioni.
Pertanto a partire dal 1° marzo il personale, in base alla posizione ricoperta in graduatoria verrà stabilizzazione presso l’amministrazione statale.

A seguito dell’assunzione e non dell'individuazione,  il relativo personale dovrà comunicare all’INPS la propria opzione di trasferimento  da effettuare tramite il Patronato ITAL UIL, così da chiudere l’attuale posizione lavorativa che verrà poi riaperta dall’amministrazione statale.

In sede di comunicazione all’INPS il lavoratore dovrà indicare quanto segue:

Con la presente comunico la mia volontà di opzione al Trasferimento per assunzione presso l’amministrazione statale ai sensi e per gli effetti della procedura di stabilizzazione previste dal decreto n. 6 del dicembre 2019.

Va inoltre considerata la situazione particolare di coloro che hanno ricevuto la proposta di un contratto a tempo parziale. La normativa vigente prevede che possano due rapporti di lavoro (uno pubblico e l’altro privato) fino alla concorrenza delle 40 ore settimanali. In questi casi, qualora davvero permanessero le condizioni per continuare a svolgere le mansioni presso il datore di lavoro privato, il lavoratore dovrà chiedere allo stesso l’adeguamento dell’orario di lavoro.

Comunque intendiamo ribadire che, a seguito di tale procedura di stabilizzazione, prevista da specifica disciplina normativa, viene meno l’obbligo di preavviso previsto e disciplinato in caso di dimissioni volontarie per interruzione volontaria del rapporto di lavoro che, viceversa, potrebbero essere richiesti dal precedente datore di lavoro.

Informazioni aggiuntive