“Pantera” di Stefano Benni

10-05-2014


 

Nell’illustrazione del talentuoso Luca Ralli e per visionaria narrazione di Stefano Benni, restituito il personaggio di ”Pantera”, la giovane donna “snella, flessuosa, pallida”  che dà il nome alla novità editoriale Feltrinelli.

In una sala da biliardo - l’Accademia dei Tre Principi -  a significare il talento e  la passione per il gioco della stecca -  è, per contrasto, l’ambientazione sotterranea: una “caverna” animata dalle vite di curiosi, perditempo, scommettitori  e  giocatori scarsi, medi o “ boccaloni” ma  anche di giocatori  veri con il senso della musica speciale del biliardo. In umana varietà, intorno  ai “tre principi” o tavoli da biliardo, non più di una trentina i giocatori tra cui Puzzone, Garibaldi, Tremal-Naik, Willy, John, Valdo, il Professore e il Re dei principi, Tamarindo.

Come in una vecchia pellicola, tra volute del fumo di sigarette, tengono il conto delle battaglie. In cecità, ma in straordinario, profetico ascolto è il personaggio di Borges, capace di decidere il “tavolo“ del gioco come di vite spezzate. A raccontare le ansie in gioco, Delon, il narratore “tuttofare” di un rifugio di umanità in cerca di gloria.

Leggi tutto: “Pantera” di Stefano Benni

“L'arte di stare sdraiati” per Bernd Brunner

01-05-2014


 

Di Bernd Brunner, scrittore eclettico nel genere scientifico-divulgativo sul fascino satellitare in “Stregati dalla luna” o ancora sul rapporto tra “ Uomini e orsi”, è la  pubblicazione de L'arte di stare sdraiati - Manuale di vita orizzontale di Raffaello Cortina editore.

E così dopo aver bonariamente sorriso dei giovani sdraiati di Michele Serra e della loro indolente leggerezza dell’essere che tanto contrasta con l’urgenza adulta al fare, riscopriamo il manuale dello studioso che ci mette in crisi, o per meglio dire, a riposo.

Tra arte, filosofia, morale e antropologia - suggestivamente evocate nella copertina dell’edizione originale Die Kunst des Liegens - è lo scenario della nuova era orizzontale in “un’arte multiforme, da realizzare in più luoghi, spazi e territori”.

Leggi tutto: “L'arte di stare sdraiati” per Bernd Brunner

Col cuore in salvo, la “Memoria delle mie puttane tristi “ di Gabriel García Márquez

25-04-2014


 

E’ dei grandi della letteratura la ricorrente visione immaginifica della vecchiaia e della morte. Ed è nell’spirazione a La casa delle belle addormentate di Yasunari Kawabata, per Gabriel García Márquez la straordinaria prova di lirismo e realismo della Memoria delle mie puttane tristi: memorabile profezia narrativa. 

Sul finire di una vita effimera e nel trapasso a nuova vita nel mistero della morte, questa la decisione delll’anziano protagonista della storia del Premio Nobel colombiano:

"L'anno dei miei novant'anni decisi di regalarmi una notte di folle amore con un'adolescente vergine''.

Nel candore della ragazza, la ricerca dell’amore. Immobile, al fianco della sua musa ispiratrice, ed in contemplazione del suo corpo nudo è per lui - "senza le urgenze del desiderio o gli intralci del pudore"“l’ 'inizio di una nuova vita a un'età in cui la maggior parte dei mortali è già morta'.

Leggi tutto: Col cuore in salvo, la “Memoria delle mie puttane tristi “ di Gabriel García Márquez

“Voi non la conoscete” di Cristina Comencini

13-04-2014


 

Voi non la conoscete assunto come titolo da Cristina Comencini dalla popolare “Eulalia Torricelli” di  Gigi Beccaria  è  - fuori dalle rime e dentro l’anima di ogni donna - la sensazione di non essere  mai, a fondo, comprese per quella complessità che contraddistingue l’universo femminile.

E Cristina Comencini  il suo, il nostro mondo,  lo indaga, lo sviscera con tutti i mezzi “ad arte” a sua disposizione. Tra scrittura e cinematografia, l’occhio del narratore come la macchina da presa è su Lucy  e ora  su  Nadia, la protagonista  del suo breve inedito romanzo per la collana Narratori  Feltrinelli.

Una visione che si conferma originale quella della scrittrice, regista, sceneggiatrice già "Premio Nazionale Donna di Letteratura e Giornalismo" per il capovolgimento delle stereotipate prospettive: in Voi non la conoscete è la scomposizione delle percezioni alla ricerca, in eclettica espressione artistica, de  “La bestia nel cuore” .

Per opera di René Magritte  Dangerous  Liasons , in copertina,  è  l’ evocazione surrealista  delle relazioni pericolose  della storia universale  come pure  l’invito  alla lettura  per immagini:

"Le immagini vanno viste quali sono, amo le immagini il cui significato è sconosciuto

poiché il significato della mente stessa è sconosciuto". 
- Renè Magritte -

Leggi tutto: “Voi non la conoscete” di Cristina Comencini

In un “salto” nel Blu, la Consapevolezza dell’Autismo di Naoki Higashida

01-04-2014

 

Nella Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo - istituita dall’ Onu nel 2007 e ricorrente il 2 aprile - tornano ad illuminarsi simbolicamente di blu monumenti ed edifici in tutte le città del mondo.

Nell’attenzione dedicata alle risorse attive dell’apprendimento - a dispetto delle difficoltà comunicativo-relazionali - e con prospettive di inclusione, fondate sulla collettiva consapevolezza, scegliamo il percorso della lettura illuminante de “Il Motivo per cui salto” di Naoki  Higashida .

Un fenomeno editoriale nel Regno Unito e negli Stati Uniti nel titolo originale di “The Reason I jump”, giunge nell’edizione italiana della Sperling & Kupfer “la voce di  un ragazzo dal silenzio dell'autismo”. 

E’ il giovanissimo autore  del racconto breve, Naoki  Higashida - a dare  risposte sulla percezione del tempo, della vita, della bellezza e della natura.

Leggi tutto: In un “salto” nel Blu, la Consapevolezza dell’Autismo di Naoki Higashida

Informazioni aggiuntive