“Per altri occhi”

07-10-2013

Nel  dibattito culturale e sociale sui bisogni educativi di tutti, anche l ’arte si fa  finalmente inclusiva nell’anelito alla condivisione della bellezza,  che si può  “sentire”  con una percezione  diversamente speciale.

Questo è lo spirito della mostra d’arte a firma MAP sul nostro territorio - TOUCH ME, FEEL ME, MAP ME: contemporaneamente accessibile - nell’idea progettuale di potenziare  la fruibilità e l’accessibilità all'arte contemporanea attraverso opere a conformazione tridimensionale e  didascalie elaborate in braille: il sistema di scrittura e lettura a rilievo per non vedenti ed ipovedenti messo a punto dal francese Louis Braille.

E’ nell’apprezzamento per la dimensione inclusiva "ad arte" che condividiamo l’anteprima del film  “Per altri occhi” nella regia di Silvio Soldini e Giorgio Garini.

Leggi tutto: “Per altri occhi”

"Universitari, molto più che amici"

28-09-2013


 

Divertiti dalla recensione di “Spettacoli.blogosfore”, ne condividiamo l’invito alla visione come ultima performance, di certo successo o incasso, del “maestro” del cinema giovanile, Federico Moccia.

Alla ribalta dello scenario politico-sindacale in tema di bonus, percentili, borse di studio e di mobilità , gli “ Universitari”  molto più che amici sono i  protagonisti  di un ‘esperienza di vita , fuori sede , fuori casa.

Insolita la dimora che si troveranno a condividere: un' ex clinica, adibita - per volere del proprietario - a residenza - da affittare proprio agli universitari, di sesso e dominio maschile fino all’invasione delle donne.

Francesca, Giorgia ed Emma arrivano a 'Villa Gioconda' a sconvolgere il virile  equilibrio  della  dimora in un‘entropia  ruffiana e divertente. Anche la location,  universitaria doc: l l'Università degli Studi Niccolò Cusano di Roma.

Leggi tutto: "Universitari, molto più che amici"

“Vado a scuola” di Pascal Plisson

11-09-2013

 

Il film giusto in clima di inizio d’anno scolastico, “Vado a scuola” del regista-documentarista francese Pascal Plisson racconta di quattro bambini di paesi remoti e differenti dal nostro e tuttavia accomunati dal disegno naif di un' infanzia istruita  tanto nelle savane del Kenya, quanto lungo i sentieri rocciosi dell'Atlante in Marocco o gli altopiani della Patagonia. Nel caldo indiano e  a qualsiasi latitudine la loro crescita  è sospesa alla conoscenza.

Jackson, Zahira, Samuel e Carlito - con nomi dal suono diverso delle etnie - assurgono a protagonisti di una storia che intenzionalmente e al ritmo delle emozioni, tra ostacoli e avversità, ci conduce a meditare sulla voglia di imparare.

Leggi tutto: “Vado a scuola” di Pascal Plisson

Film “intrepido”sul lavoro alla Mostra Cinema Venezia

04-09-2013


 

Oggi, 4 settembre in scena ed in concorso per Venezia ‘70 L’INTREPIDO di Gianni Amelio.

Il protagonista è un pluri-lavoratore ai tempi della crisi e del precariato, che per sbarcare il lunario si inventa un mestiere all’insegna della flessibilità: il rimpiazzo,  ovvero la sostituzione di altre persone sul posto di lavoro,  per tre ore, come  per un’ intera giornata o più.

Uomo mite, imperturbabile  grazie ad un approccio bizzarro, ma positivo alla vita quello di Antonio Pane, nella intensa interpretazione di Antonio Albanese. Divorzio, disoccupazione, depressione familiare non lo “spiazzano”.

Leggi tutto: Film “intrepido”sul lavoro alla Mostra Cinema Venezia

Stelle sulla terra


 

Consigliatoci da un appassionato di cinema che il mondo della possibile, felice inclusione conosce profondamente per diretta esperienza, la visione di Stelle sulla terra è stata per noi esperienza toccante di formazione.

Al ritmo lento, fin troppo per il gusto occidentale dell’azione, con primi piani intensi sul giovanissimo protagonista il film realizzato in India ci muove all’attenzione:  quella meditata, e troppo spesso smarrita, nei confronti di chi invece all’attenzione e alla concentrazione viene sollecitato pur essendone impedito.

Filmfare Award 2009 e National Film Award 2008 come miglior film sul benessere della famiglia - concepito e sviluppato dai coniugi Amole Gupte e Deepa Bhatia-  Stelle sulla terra racconta la storia del  disagio esistenziale, fino alla depressione  di un bambino di  soli otto anni.

Tutto comincia con la scuola e nella scuola : “ le lettere ballano” ed i numeri trovano fantasiosa risoluzione nell’animazione infantile da videogames.

Leggi tutto: Stelle sulla terra

Informazioni aggiuntive