“Cinemaggio” all’IMPERO

03-05-2014


 

Nel mese di maggio riapre lo storico Cinema Impero della città di Brindisi con la preannunciata Rassegna Cinematografica di Qualità.

Primo film  di Cinemaggio nei giorni 3 e 4 maggio, “Gloria” di Sebastian Leo: il film “Orso d'argento” all’edizione 2013 del Festival di Berlino.

Leggi tutto: “Cinemaggio” all’IMPERO

In visione "inclusiva" : Horse Boy- L’amore di un padre

20-04-2014


 

In occasione della Giornata Mondiale dell’Autismo,  ed in tutti i giorni dell’impegno educativo ed inclusivo, esce nelle sale cinematografiche Horse Boy- L’amore di un padre.

Di un padre e di una madre - nel cuore della famiglia  Isaacson- la  scoperta dell'autismo del proprio figlio. Tra problemi di comunicazione  e di integrazione relazionale, in sella ai cavalli , è per il loro bambino la relazione in intimo benessere  con gli animali.

Sa tutto sugli animali ed è questa “fissazione” o centro di interesse a muovere il viaggio  degli Isaacson alla volta  della Mongolia dove lo sciamanesimo è la medicina riconosciuta insieme all’ippoterapia.

Una storia vera quella di Horse Boy  che non sottace la disperazione quanto la risorsa, tutta umana, della ricerca di soluzioni a fronte di diagnosi e verdetti medici.

Leggi tutto: In visione "inclusiva" : Horse Boy- L’amore di un padre

“Insieme ma soli”, con Lei di Spike Jonze

06-04-2014

 

La ricerca del  senso  identitario dell’individuo e delle relazioni interpersonali  nell’era digitale è sempre più al centro del dibattito culturale contemporaneo .

Insieme  ma soli. Perché ci aspettiamo sempre più dalla tecnologia e sempre meno dagli altri” di Sherry Turkle  è l’originalissimo, documentato saggio  sulle nuove tecnologie alla base della comunicazione digitale  nella diffusa percezione di essere, oggi, meno isolati perché sempre connessi.

Si tratta però dell'illusione di una reale intimità, per la scrittrice americana che si interroga sui  nostri “profili” online  che  assumono spessore  sociale solo in funzione del numero dei contatti. Oggetti inanimati e intercambiabili  sono, invece, per lei destinati ad acuire il nostro senso di solitudine.

Nella sinossi del libro è il paradosso investigato da Sherry Turkle: nel mentre si sta completando il ventaglio dei rapporti possibili con i robot -  dall'ipotesi di affidar loro i propri figli a quella di farne dei veri e propri partner -  gli amici in rete si svelano  come presenze prive di sostanza e molti desiderano, talvolta disperatamente, attribuire emozioni umane ai robot.

Sulle fila  della storia di dissociazione emotiva ma anche di speranza per un per un ritorno a forme più naturali di dialogo in "Insieme ma soli", è l’invito al cinema con LEI,’ l'originale "HER" di Spike Jonze.

Leggi tutto: “Insieme ma soli”, con Lei di Spike Jonze

“Allacciate le cinture” di Ferzan Ozpetek

16-03-2014

 

Nel cuore del nostro Salento, sotto una pioggia  scrosciante, rara quanto la stessa  bellezza  barocca; nel cuore di “dolore, gioia, vita e morte”  va ricercato, su suggestiva indicazione di Ferzan Ozpetek, il senso ed il successo di Allacciate le cinture.

Un film con cui non confrontarsi  se si vuole evitare il comprensibile turbamento o finanche fastidio generato dal racconto del dolore nella vita alla scoperta devastante del cancro di una persona cara: compagna, madre, amica del cuore, figlia.

Un film  da non perdere  per  la qualità lirica e  visionaria di un racconto in pellicola che si snoda intorno alla passione nascente tra un uomo ed una donna, la quotidianità  di un amore tradito ed il senso della vita come dell’amore smarrito  di fronte alla minaccia della morte.

Leggi tutto: “Allacciate le cinture” di Ferzan Ozpetek

12 anni schiavo : il “Miglior film” Oscar 2014

03-03-2014


 

12 anni schiavo è il film di Steve McQueen che con la sua carica innovativa fa discutere e vince.

Protagonista è Solomon Northup, il musicista di colore che vive da uomo libero nella contea di Saratoga, nello Stato di New York, insieme alla moglie Anne e i figli Margaret e Alonzo fino all’inganno perpetrato da due falsi agenti di spettacolo che lo privano dei suoi documenti e lo trasportano in Louisiana. Venduto e spossessato della sua identità di uomo libero, a cominciare dal nome - Platt - è confinato nella condizione di schiavo.

Leggi tutto: 12 anni schiavo : il “Miglior film” Oscar 2014

Informazioni aggiuntive