AGENDA PER USCIRE DALLA CRISI

04-09-2013

di Vladimiro Caliolo

 

 

CGIL,  Cisl e Uil e Confindustria, il 2 Settembre 2013, hanno presentato, in occasione della festa dell’Unità svoltasi a Genova, un documento comune per orientare nella scelta delle misure che saranno inserite nella prossima legge di stabilità. 

Misure che devono tenere conto delle richieste sindacali relative al fisco, politica industriale  e spesa pubblica, nella consapevolezza che l’uscita dalla crisi passa, anche, attraverso la stabilità dell’esecutivo. 

Il “core” sul fisco è la richiesta di meno tasse sui redditi da lavoro da realizzare attraverso un aumento delle detrazioni per i dipendenti, e una riduzione dell’Irap, eliminando la componente lavoro sulla base imponibile Irap per favorire la ripresa dell’occupazione.

Leggi tutto: AGENDA PER USCIRE DALLA CRISI

IL PESO DELLE PENSIONI D’ORO

03-09-2013

 

 

di Vladimiro Caliolo

L’Inps ha comunicato, tramite il casellario centrale dei pensionati del 20012, il numero complessivo dei pensionati e gli importi percepiti, suddivisi in fasce rispetto al trattamento minimo.

Il report è richiesto dal ministro Giovannini in prospettiva di un possibile intervento sulle "pensioni d’oro”. L’intenzione è di ripercorrere la strada avviata con la norma del decreto “salva Italia” che disponeva un contributo perequativo per le pensioni oltre i 90 mila euro, norma che nel giugno 2013 veniva censurata dalla Corte Costituzionale perché ritenuta “ un intervento impositivo irragionevole e discriminatorio ai danni di una sola categoria di cittadini”.

I dati forniti dall’Inps sono interessanti ed utili  per valutare l’equità di un eventuale prossimo provvedimento legislativo. Infatti al Ministero del Lavoro si sta valutando da quale livello avviare il contributo perequativo. Da notare che su circa 16 milioni di pensionati, 11 milioni (quasi i due terzi) percepiscono assegni mensili fino a tre volte il minimo.

E’ quanto emerge dalla classificazione differenziale tra fasce/classi di reddito, indicatore numerico dei pensionati ed importo complessivo, a peso d’oro. Ad ognuno la possibilità di giudicare …

Leggi tutto: IL PESO DELLE PENSIONI D’ORO

LE PENSIONI DEI DIPENDENTI SCOLASTICI

28-08-2013

di Vladimiro Caliolo 

Ancora tre giorni e si avvia l’a.s. 2013/14, troveremo al loro posto di lavoro tutti coloro ai quali è stata negata la possibilità di andare in pensione pur avendo maturato il diritto in termini di requisiti anagrafici e contributivi. 

Una svista del governo Monti che l’attuale governo di salvezza nazionale, si fa per dire, non ha ancora voluto correggere. Così si tornerà tra i banchi, dopo una forte, ma nei fatti inascoltata, protesta. 

Continueremo a sostenere un giusto diritto negato in tutte le sedi con i mezzi disponibili. Intanto, se non intervengono fatti nuovi nei prossimi mesi, riassumiamo le regole per la pensione.

Leggi tutto: LE PENSIONI DEI DIPENDENTI SCOLASTICI

RECLUTAMENTO DOCENTI – FATTI E MISFATTI

28-08-2013

di Vladimiro Caliolo

  

Il bando del concorso a cattedre del settembre 2012 fu salutato positivamente da tanti docenti precari abilitati in attesa di stabilizzazione.

Gli 11.542 posti messi a concorso, se pur dimezzati rispetto ai 22.000 previsti dal piano triennale varato dal governo Berlusconi, rappresentavano l’interruzione di un lungo periodo di attesa considerato che l’ultimo concorso fu bandito nel lontano 1999. 

L’allora ministro Profumo riteneva possibile eliminare il precariato indicendo  le procedure concorsuali con cadenza biennale, tanto che aveva intenzione di indire un nuovo concorso nel 2014. Il ministro non aveva idea del peso dell’inerzia della burocrazia ministeriale, della assoluta inefficienza della macchina organizzativa e dell’ormai collaudata macchina dei ricorsi ai Tar nella convinzione che qualche difetto di forma procedurale si trova sempre.

Leggi tutto: RECLUTAMENTO DOCENTI – FATTI E MISFATTI

LE MISURE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

27-08-2013

di Vladimiro Caliolo 

 

Il consiglio dei ministri ha approvato le misure per la pubblica amministrazione, con un decreto legge e un disegno di legge non ancora pubblicati, pertanto quanto riportato in questa nota fa riferimento alle dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa. Ecco in sintesi le misure:

 

Auto blu. Si sposta al 31 dicembre 2015 il termine fino al quale le Pa non potranno acquistare nuove vetture, si stabilisce ,inoltre, il divieto di effettuare spese superiori all’80% del limite di spesa previsto per il 2013 relativamente a manutenzione, noleggio, esercizio di autovetture, buoni taxi. 

Consulenze. Si prevede una riduzione del 10%,  sul limite di spesa previsto per il 2013, per le attività di consulenza e di studio inclusa quella conferita a dipendenti pubblici. Sono escluse le università, gli enti di ricerca e gli organismi equiparati. 

Precariato. Si prevede entro il 2015 la possibilità, nel rispetto dei vincoli finanziari e normativi vigenti,  di indire procedure concorsi, per titoli ed esami, finalizzate ad assunzioni riservate al 50% ai precari con contratto a tempo determinato in possesso di 3 anni di servizio negli ultimi 5 anni.

Leggi tutto: LE MISURE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Informazioni aggiuntive