VERIFICA POSIZIONE ASSISTENTI TECNICI AREA INFORMATICA T72

  • Stampa

27-09-2021

Pervengono diverse segnalazioni dai territori con cui  viene evidenziata la problematica che sta interessando il personale assistente tecnico (area informatica T72) facente parte del contingente nazionale istituito per gli istituti comprensivi (c.d. 1000 posti).

 

Specificamente, accade che il personale interessato ancorché assegnato stabilmente ad una scuola di rete, venga, poi utilizzato su tutte le sedi scolastiche del grado  primario, ricadenti nella rete,  attraverso una calendarizzazione settimanale che richiede una presenza fisica nelle stesse scuole.

Atteso che, trattasi di una fattispecie recentemente istituita e che come tale deve essere oggetto di massima attenzione per evitare eccessi nelle disposizioni che i dirigenti scolastici impartiscono, si riporta lo stralcio della disposizione contenuta nelle schema di Decreto Interministeriale (MPI.AOODGPER.REGISTRO UFFICIALE.U.0014196.06-05-2021), in cui sono esemplificati gli aspetti organizzativi : …(omissis) ” Attraverso gli assistenti tecnici informatici, le scuole polo assicurano la consulenza e il supporto tecnico anche per lo svolgimento dell’attività didattica in via telematica, anche per le istituzioni scolastiche appartenenti alla rete di riferimento con salvezza, in capo a ciascuna istituzione scolastica di riferimento della progettazione, della predisposizione e dell’organizzazione dell’attività didattica di competenza”…(omissis).

E’ di tutta evidenza come l’attività professionale prefigurata (consulenza e supporto tecnico), non presuppone una presenza fisica continuativa presso le scuole che costituiscono la rete, anche perché in contrasto con il CCNL che prevede l’assegnazione ad una sede di servizio.

Giova precisare, al riguardo, che tale fattispecie non è contemplata alcuna previsione normativa nel CCNL SCUOLA. Pertanto,  è da ritenere antisindacale ogni utilizzo improprio del personale tecnico che dovesse essere definita nella reti di scuole,  perché se è vero che le scuole sono dotate di autonomia, le stesse non possono non rispettare le regole generali di legge e contratto.

Nel raccomandare la massima attenzione per verificare gli sviluppi della fattispecie individuata, si chiede di verificare se sia stata effettuata a cura delle Direzioni Regionali l’informativa e se sono stati fatti accordi sindacali in cui regolare l’utilizzazione di tale  personale. Per lo stesso continueremo a rivendicarne  l’assegnazione di almeno un assistente tecnico per ogni scuola. 

Si resta a disposizione per fornire ogni azione di supporto.